Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

118 infermiereDal comunicato Stampa FNOPI di oggi (http://www.fnopi.it/attualita/mangiacavalli-sul-caso-venturi-fuori-la-politica-dalla-professione--id2531.htm):

"La radiazione dell’assessore Sergio Venturi dall’Ordine dei medici per aver svolto il suo compito di programmazione e gestione della Sanità in una Regione, l’Emilia Romagna, dove i risultati sanitari più che positivi sono sotto gli occhi di tutti, non è un atto di natura professionale ordinistica, ma l’ennesima ingerenza della politica in una materia dove la politica non dovrebbe entrare. [...] "

“Lo dimostrano - prosegue Mangiacavalli - le reazioni sconnesse di chi non sa come si programma e gestisce la buona sanità, di chi è estraneo a questo mondo così delicato da avere come unico obiettivo la salute di cittadini, ma ha ben chiari gli obiettivi di prevalenza di questo o quel partito [...] "

“Non vogliamo entrare nel merito della polemica strumentalmente aperta medici-infermieri - dice la presidente FNOPI -: la Federazione degli Ordini dei medici e quella degli Ordini degli infermieri stanno lavorando assieme e presto proporranno una soluzione condivisa e, ce lo auguriamo, condivisibile da tutte le Regioni. Ma vogliamo sicuramente entrare nel merito della difesa di un sistema che, se sottoposto alle bordate della politica, non riuscirà mai a raggiungere l’obiettivo essenziale dell’ottimizzazione e dell’efficacia dell’assistenza, soddisfando i bisogni dei cittadini e tutelando la loro salute” [...]"

“Ci auguriamo - conclude - che chi può e deve intervenga. Ci auguriamo che non si mischi più politica e professione. Ci auguriamo che si ascolti chi ogni giorno è in prima linea per il benessere dei cittadini e che si blocchino fughe in avanti, davvero pericolose se hanno questi esiti, per la salute degli assistiti e della sanità tutta”.

Oggi anche La Repubblica, insieme a tanti altri quotidiani, affronta l'argomento. Intervistato il Presidente Nicola Draoli, in veste di consigliere FNOPI, che dichiara tra l'altro  "Dobbiamo ragionare insieme di modelli efficaci per il cittadino, e non in termini occupazionali. Invece sembra ci si muova con logiche corporativistiche. Il Ministero da sempre ha individuato i mezzi di soccorso avanzato tali se composti da medico e infermiere ma anche dal solo medico o dal solo infermiere". Sta diventando una guerra di competenze quando è una diatriba di politica professionale estranea a chi lavora sul campo. Gli infermieri agiscono dal 1992 con competenze avanzate nell'emergenza urgenza territoriale in un sistema sinergico e collaborativo con i medici. Ci chiediamo in questi 25 anni dove sono gli esiti disastrosi che alimentano questo clamore mediatico ingiustificato e dannoso per i cittadini. Semplicemnte non ci sono né ci saranno, perchè la questione è alimentata da ben altri motivi diversi dalla sicurezza dei cittadini. 

repubblica 2 dicembre 001

 

Servizi On Line

banner amministrazione trasparente

banner amministrazione trasparente

PAGAMENTO QUOTA

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

banner responsabilita sanitaria v2

Accesso portale

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

Tesi di Laurea

tesi

BANCA DATI ARS

nuova banca dati final1

Uni Logo

badante

Cerco Offro Lavoro

castorina home

Uni Logo

grosseto si vaccina perché

paroladiinfermieresigla

 PosizionamentiInterventi Progetti OPI GR

infermieri informa OPI

Campagne Mediatiche

hoscelto2024 1