Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

assicurazioneAggiornamento.

L'Azienda USL Toscana Sud Est risponde ai nostri dubbi con la missiva che trovate scaricabile QUIIn sostanza riconosce che in assenza dei decreti attuativi definire da quando scatti l'obbligo di assicurarci non è scontato ma che, giustamente e lo abbiamo ben ribadito, è comunque obbligatorio oltre che prudenziale che sia ora o sia tra  qualche settimana assicurarci. Avevamo chiesto lumi sulla tempistica di trasmissione dei dati con la nostra, non altro, e che ci appariva troppo perentoria e frettolosa. L'Azienda quindi interpreta quella circolare come "emanata per richiamare l'attenzione" non confermando il carattere di urgenza di invio degli estremi assicurativi. Grazie al Direttore Generale per l'esaustiva e condivisibile risposta. 


 

Gentili colleghi e dipendenti Azienda USL Sud Est. Avete ricevuto in giornata  una richiesta di invio estremi della vostra assicurazione ai sensi della Legge 24/2017 che rende obbligatorio essere assicurati per colpa grave.  Domattina parte richiesta di chiarimenti (la trovate sotto)  sui termini temporali di trasmissione a firma dei tre Ordini Infermieri della Sud Est.

In sintesi estrema: Bisogna assicurarci. Lo sapevamo da tempo e non si scappa. Un atto di auto tutela e buon senso anche prima della Legge ma che ora diventa obbligatorio. Credo che praticamente tutti i Sindacati comprendono nel pagamento della quota  un’assicurazione. Per i non iscritti a qualche sindacato, come Ordine siamo ancora in attesa di una convenzione europea adeguata, ma nel frattempo broker storici  - alcuni con cui abbiamo collaborato -   ci offrono numerose offerte serie e vantaggiose:  (https://www.ipasvigrosseto.it/servizi-per-iscritti/polizze-assicurative.html).

Quello che chiediamo all’Azienda è tuttavia di definire meglio i termini di invio, perché i decreti attuativi (che di fatto dettaglieranno meglio le caratteristiche assicurative e quindi permetteranno anche alle Assicurazioni di modulare l’offerta adatta) devono ANCORA uscire. Se quindi il tutto è sicuramente dovuto, chiediamo un lasso temporale più definito anche in virtù di mettere i professionisti in condizione di una scelta consapevole ancorché obbligata.

Nicola Draoli

Oggetto: Chiarimenti su “Avviso Obbligo di Assicurazione” prot 5288 inviato a tutti i dipendenti

In merito a quanto richiesto in data odierna a tutti i professionisti della Azienda USL Sud Est come da missiva in oggetto;

La Legge 24/2017 ha certamente determinato l’obbligatorietà di copertura assicurativa nei profili correttamente indicati nella missiva, compresi infermieri, infermieri pediatrici e assistenti sanitari ed è quindi assolutamente corretto che i professionisti si adeguino in tal senso come da art 10 comma 3 della citata Legge.

Chiediamo tuttavia delucidazioni e certezze sui termini temporali usati che fanno genericamente riferimento a criteri di tempestività ed immediatezza. Se è vero che al comma 4 dell’art 10 si legge che “Le strutture di cui al comma 1 rendono nota, mediante pubblicazione nel proprio sito internet, la denominazione dell'impresa che presta la copertura assicurativa della responsabilita' civile verso i terzi e verso i prestatori d'opera di cui al comma 1, indicando per esteso i contratti, le clausole assicurative ovvero le altre analoghe misure che determinano la copertura assicurativa.”

È anche vero che al comma 6 si legge: “Con decreto del Ministro dello sviluppo economico, da emanare entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, di concerto con il Ministro della salute e con il Ministro dell'economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sentiti l'IVASS, l'Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (ANIA), le Associazioni nazionali rappresentative delle strutture private che erogano prestazioni sanitarie e sociosanitarie, la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, le Federazioni nazionali degli ordini e dei collegi delle professioni sanitarie e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative delle categorie professionali interessate, nonché le associazioni di tutela dei cittadini e dei pazienti, sono determinati i requisiti minimi delle polizze assicurative per le strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private e per gli esercenti le professioni sanitarie, prevedendo l'individuazione di classi di rischio a cui far corrispondere massimali differenziati.[…]

E al comma 7 : “Con decreto del Ministro dello sviluppo economico da emanare, di concerto con il Ministro della salute e sentito l'IVASS, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono individuati i dati relativi alle polizze di assicurazione stipulate ai sensi dei commi 1 e 2, e alle altre analoghe misure adottate ai sensi dei commi 1 e 6 e sono stabiliti, altresì, le modalità e i termini per la comunicazione di tali dati da parte delle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private e degli esercenti le professioni sanitarie all'Osservatorio. Il medesimo decreto stabilisce le modalità e i termini per l'accesso a tali dati”

In definitiva, in assenza dei decreti attuativi, rimane complicato esigere una immediata ricezione di tali dati anche perché non è da escludere che il professionista voglia aspettare i termini di cui al comma 6 per poter scegliere l’Assicurazione più adatta. Termini che, per altro, gli stessi Broker Assicurativi stanno aspettando per modulare le più giuste offerte.

Nell’ottica di mettere i professionisti in condizioni di una scelta consapevole, ancorché obbligata, siamo quindi a chiedere termini esatti per l’invio di quanto richiesto e che possano corrispondere ad una adeguata lettura a seguito attuazione dei decreti che devono essere emanati.

Ringraziando per la collaborazione e l’accoglimento, un distinto saluto

I Presidenti Ordini delle Professioni Infermieristiche Grosseto Siena Arezzo

Nicola Draoli, Michele Aurigi, Giovanni Grasso

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Accesso portale

logo innovare per migliorarsi

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

castorina home

Pratiche Inappropriate

slow medicine

Tesi di Laurea

tesi

Network Bibliotecario SSR

FB IMG 1523555340835

Anagrafe e Formazione "Badanti"

badante

Uni Logo

infermieri informa OPI

Senzainfermieripiedino1