Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

vincolo esclusivitàGrosseto, martedì 4 aprile 2023
Comunicato stampa

 

Il presidente di Opi Grosseto sottolinea: “La riforma del servizio sanitario nazional deve passare da un numero adeguato di professionisti riconosciuti economicamente e professionalmente”

 

L'Ordine delle professioni infermieristiche di Grosseto commenta il decreto legge "Energia", approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 marzo scorso, con il quale si supera il vincolo di esclusività e il cumulo di impieghi anche per i professionisti iscritti agli ordini degli infermieri che operano nel settore pubblico. “È interessante analizzare questa norma - dichiara Nicola Draoli, presidente di Opi Grosseto – che ci invita a fare riflessioni sulla nostra professione e sul futuro del sistema sanitario”.


Nel decreto "Energia", infatti, si pone fine, seppure per un periodo di tempo limitato, a una disparità tra infermieri e altre categorie professionali: "Anche se avrà durata fino al 2025 – spiega Draoli - il superamento del vincolo di esclusività elimina una disparità di trattamento che gli infermieri subivano, sin dagli anni Novanta, rispetto ad altri professionisti della sanità pubblica, come i medici, per i quali questo vincolo non esiste dal 1991. Tuttavia, l'inserimento di una data di termine, che non era presente nelle bozze del decreto, ci conferma quello che da tempo pensiamo: ovvero che si teme che, con la possibilità di scelta degli infermieri, il servizio sanitario nazionale si trovi in difficoltà. Una presa d'atto, quindi, che il servizio sanitario nazionale si regge sul lavoro degli infermieri, in particolare, sul lavoro oltre il loro orario contrattuale". Secondo le stime del Conto annuale della Ragioneria generale dello Stato, a livello nazionale, ogni infermiere lavora in media 150 ore in più, rispetto al proprio orario. "Il timore, quindi, che la fine del vincolo possa mettere in crisi il sistema, rende evidente il ruolo degli infermieri nel servizio sanitario pubblico".


Ma il nuovo decreto, sottolinea Draoli, dà anche altri elementi di riflessione: "Parla di un mercato del lavoro che è cambiato ed è più flessibile. Non crediamo che un infermiere, con questa nuova opportunità, possa aprire una partita Iva per andare fare un doppio turno in una struttura privata, ma che possa, invece, mettere a disposizione le sue competenze avanzate, ad esempio nella medicazione di ferite difficili o nella gestione degli accessi vascolari, presso strutture private, farmacie di servizi, per consulenze. E' chiaro che spetterà alle aziende sanitarie definire delle linee guida alle quali i professionisti dovranno attenersi, ma con questo nuovo approccio le competenze professionali degli infermieri potranno essere messe a servizio, ancora di più, della salute dei cittadini".


Nel nuovo decreto legge, inoltre, si insite sulla deroga all’esercizio professionale degli infermieri stranieri: “Individuando quindi – aggiunge Draoli – una misure tampone emergenziale, che sarebbe davvero ora di chiudere, perché non punta alla qualità e alla sicurezza delle cure”.
Con questa norma - conclude il presidente di Opi Grosseto - si dà atto alle richieste che da anni, ormai, i professionisti presentavano, come nel corso degli ultimi Stati generali, e si danno importanti spunti di riflessione sull'organizzazione del nostro sistema sanitario nazionale, che, continuiamo a ribadirlo, deve essere tutelato e protetto, ma senza creare discriminazioni tra professionisti e senza limitare il diritto alla salute delle persone; chiediamo, inoltre, che si abbia il coraggio di dire che la principale riforma strutturale del servizio sanitario nazionale debba necessariamente passare da un numero congruo di professionisti che siano riconosciuti economicamente e professionalmente come tali”

Servizi On Line

banner amministrazione trasparente

banner amministrazione trasparente

PAGAMENTO QUOTA

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

banner responsabilita sanitaria v2

Accesso portale

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

Tesi di Laurea

tesi

BANCA DATI ARS

nuova banca dati final1

Uni Logo

badante

Cerco Offro Lavoro

castorina home

Uni Logo

grosseto si vaccina perché

paroladiinfermieresigla

 PosizionamentiInterventi Progetti OPI GR

infermieri informa OPI

Campagne Mediatiche

hoscelto2024 1