Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

incontroSono terminati i nostri incontri nei presidi ospedalieri per discutere e analizzare insieme la bozza del nuovo codice deontologico e parlare quindi di professione. Deve essere recuperata la data di Pitigliano e ovviamente faremo altri incontri per i non dipendenti ASL presso il Collegio.

Una sintesi?
Incontri sempre costruttivi, utili, di arricchimento (Vedi QUI e QUI) ma poco partecipati (una data al Misericordia è andata praticamente deserta). Doveroso mettersi in discussione.


In discussione noi come Collegio. Migliorare la comunicazione? pubblicizzarsi meglio e più capillarmente? aumentare i percorsi inclusivi? offrire elementi attrattivi? Su questi ultimi, ad esempio gli ecm, siamo molto dubbiosi. Davvero la prospettiva di avere uno o due crediti ECM (perchè questi incontri non ne avrebbero avuti  più di due o massimo tre) avrebbe attirato il collega?

In discussione noi come comunità professionale. Davvero a noi professionisti non interessa dire la nostra sul codice deontologico? Davvero siamo così stanchi e demotivati da disertare ogni iniziativa dove possiamo confrontarci, financo queste che vengono "a casa" dei professionisti? Davvero abbiamo gettato la spugna e tirato i remi in barca su ogni momento di confronto? Va bene che accada ed è accaduto su eventi di formazione e su congressi su quesiti etici particolari che magari il contenuto non era di interesse ampio ma se non coagula il codice deontologico davvero mi riesce difficile immaginare altro tema più trasversale.

Ci rifletteremo molto e invito ognuno di voi a riflettere molto su questo. Siamo sempre stati onesti intellettualmente e non abbiamo paura di dire che forse, semplicemente ma drammaticamente,  il Collegio viene vissuto come distante e non è partecipato anche se offrisse soldi al posto della pausa caffè.  

Però un monito fatemelo fare e vi prego di leggerlo attentamente perchè riguarda non solo Grosseto ma tutta Italia.
Fino a quando ordini e collegi saranno enti obbligatori per legge qualcuno dovrà pur amministrarli e sta a noi scegliere quel qualcuno che lo faccia. Ma se temete e contestate, come ognuno di noi del resto, Collegi chiusi ed autoreferenziali la non partecipazione è l'unica cosa che permette, sostiene e legittima la loro nascita, la loro proliferazione e il loro consolidamento. E la colpa, che ci piaccia o no, sarà solo nostra. Dopodiché lamentarsi su facebook, che già ora serve a poco,  servirà ancora meno.

Nicola Draoli

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Accesso portale

logo innovare per migliorarsi

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

castorina home

Pratiche Inappropriate

slow medicine

Tesi di Laurea

tesi

Network Bibliotecario SSR

FB IMG 1523555340835

Anagrafe e Formazione "Badanti"

badante

infermieri informa OPI

Senzainfermieripiedino1