Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

Alcuni infermieri coordinatori hanno sollevato a questo Collegio dubbi riguardanti l'effettiva copertura assicurativa fornita dalla Willis pensata proprio per il loro profilo. Il Collegio IPASVI non funge da ponte di riferimento con l'Assicurazione stessa ma ha in essere solo una convenzione. Ho ritenuto però di farmi carico delle perplessità esposte contattando la Willis che, a distanza di 3 mesi e nuovamente sollecitata, non mi ha mai fornito risposta. Non è mia intenzione esprimere giudizi di sorta sull'operato della Willis, e d'altronde questo Collegio non ha nessun interesse a indirizzare un collega verso un assicurazione in particolare, ma ritengo doveroso segnalarvi che alla lettera che riporto di seguito non sono giunte delucidazioni. Ognuno può trarne le considerazioni che vuole.


"Spett.le Willis Italia, Sono Nicola Draoli Presidente del Collegio IPASVI di Grosseto. Vi scrivo per porVi alcuni quesiti che mi sono stati rivolti da più colleghi coordinatori che hanno giudicato carenti le informazioni da Voi rilasciate quando contattati. Per il ruolo che rivesto mi sento quindi di farmi carico di tali problematicità ed esporvi quanto segue. Mi riferisco in particolare alla convenzione RC Patrimoniale per gli infermieri coordinatori e dirigenti. Di fatto i colleghi vorrebbero rassicurazioni sulla coperture per colpa grave in rapporto a funzioni più pertinenti al profilo professionale specifico. Appare chiaro che i danni coperti sono di natura contabile/amministrativa in termini di perdita di patrimonio; tuttavia le funzioni di un coordinatore o comunque di un infermiere con funzioni manageriali possono portare a danni per colpa grave relativi a situazioni non direttamente o indirettamente legate a perdite patrimoniali. Ad esempio la gestione delle cartelle cliniche,la pianificazione dei turni di servizio, l’applicazione della legge 81/2009,la rilevazione del fabbisogno formativo del personale, l’individuazione delle job description ecc..., che potrebbero di fatto determinare un danno direttamente al personale infermieristico gestito e anche indirettamente verso terzi attraverso il personale infermieristico stesso là dove il coordinatore o il direttore infermieristico è primo referente. Il vostro servizio differenziato per clinici e manageriali è sicuramente interessante e alla luce dei dubbi che mi vengono riportati, che denotano l’interesse dei colleghi nei Vostri confronti, ritengo un vantaggio reciproco trovare risposte esaustive a quanto richiesto. In attesa invio i miei più Cordiali saluti"

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Accesso portale

logo innovare per migliorarsi

Logo salviamo SSN sito 200

Questione inf.ca in Toscana

Manifesto OPI Toscana SI e NO

castorina home

Pratiche Inappropriate

slow medicine

Tesi di Laurea

tesi

Network Bibliotecario Sanitario Toscano

FB IMG 1523555340835

Anagrafe e Formazione "Badanti"

badante

infermieri informa OPI

Senzainfermieripiedino1