Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

dialogoSi mette a conoscenza degli iscritti la Mail inviata dal Collegio IPASVI di Grosseto e per tramite Collegi IPASVI di FIRENZE, PISA, PISTOIA, PRATO, SIENA. Alla convocazione prevista per il 5 giugno sono state invitate le segreterie regionali Sindacali, I professori infermieri universitari e responsbaili Corso di Laurea in infermieristica, Dirigenza infermieristica e rappresentanza Regionale OMCEO. È prevista la presenza della Presidente Barbara Mangiacavalli. 

Gentilissimi,

Gli infermieri in Toscana, affrontando ognuno singolarmente nei propri ruoli e nei propri mandati di rappresentanza professionale le istanze quotidiane, vivono una serie di difficoltà nello sviluppo operativo e di pensiero di un nuovo paradigma di governo della salute dove potersi inserire serenamente portando a supporto il contributo naturale e specifico della Professione.  

In assenza di un Coordinamento Regionale mi faccio temporaneo portavoce di una maggioranza di Collegi IPASVI Toscani in firma alla presente convocando un incontro con IPASVI Toscana, Dirigenza Infermieristica, Responsabili di Formazione e Professori Infermieri Universitari, Sindacati, OMCEO Toscana , il giorno 5 giugno 2017 alle ore 15.00 presso la sala Boscolo Hotel Astoria, Via del Giglio 9,  a Firenze. Alla presente convocazione è invitata anche la Presidente Nazionale Federazione Collegi IPASVI Dr.ssa Barbara Mangiacavalli a garanzia di una macro consultazione che possa superare personalismi e timori locali che non possiamo in questa fase storica più permetterci.

A nostro avviso, infatti, Insistono numerose tensioni nella nostra Regione ed esempi preoccupanti accaduti in Regioni a noi  vicine temiamo possano esercitare fascino  e facile presa in chi auspica un percorso di arretramento culturale e professionale infermieristico, funzionale a stabilire equilibri politico professionali che non fanno bene al sistema Salute e al cittadino che ne usufruisce. Le interlocuzioni sono deboli in un sistema iper frenetico e 35.000 infermieri stanno subendo nel mancato sviluppo professionale e nel mancato inserimento dignitoso e tutelato nel mondo del lavoro questo stallo che temiamo possa avere origini pre elettorali (qui intendendo senza paura anche, ma non solo, Ordini e Collegi). È davvero importante avere il coraggio di confrontarci e definire cosa possiamo e vogliamo fare insieme per il bene di un sistema che deve essere ancora più innovativo e incisivo, definire dove vogliamo andare in termini di contenuti, se esiste un percorso che possa accomunarci e prendere atto serenamente della sua esistenza o non esistenza. La Vostra presenza è quindi un importante segnale per un confronto che ci auguriamo possa essere sereno, produttivo e che possa infine segnare un nuovo passo di intenti comuni.

Sperando di vederVi il 5 Giugno un cordialissimo saluto

Nicola Draoli, Presidente IPASVI GROSSETO e per tramite di questa

IPASVI FIRENZE, IPASVI PISA,  IPASVI PISTOIA, IPASVI PRATO, IPASVI SIENA.

 

ALLEGATO: I punti presentati all'Assessorato alla Salute Regione Toscana

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Accesso portale

logo innovare per migliorarsi

Logo salviamo SSN sito 200

Questione inf.ca in Toscana

Manifesto OPI Toscana SI e NO

castorina home

Pratiche Inappropriate

slow medicine

Tesi di Laurea

tesi

Network Bibliotecario Sanitario Toscano

FB IMG 1523555340835

Anagrafe e Formazione "Badanti"

badante

infermieri informa OPI

Senzainfermieripiedino1