Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

Manifesto IPASVI Toscana SI e NO

Adesso vogliamo risposte concrete. #gliinfermieridiconobasta (vedi manifesto)

Facendo seguito all' incontro del 10 Aprile tra i Collegi IPASVI della Regione Toscana e l'Assessore Stefania Saccardi, nel quale è emersa la volontà di affrontare alcuni emergenti temi riguardo la professione infermieristica e che impattano nella qualità dell’assistenza ai cittadini, ecco di seguito i punti che sono stati delineati:

Si evidenzia che tali punti prevedono l’istituzione di specifici tavoli tecnici.

 

 

 

 

                                                                                                                                                           

1) Istituzione della figura dell’Infermiere di famiglia/comunità e definizione del ruolo e delle competenze dell’infermiere dell’Area Emergenza;

Dal tavolo tecnico ci attendiamo la definizione del ruolo professionale, delle competenze, degli ambiti di esercizio nonché le responsabilità correlate al lavoro nell’equipe.

2) Indirizzi Regionali sul dipartimento Infermieristico/Ostetrico

Dal tavolo tecnico i Collegi si attendono la definizione di modelli organizzativi per l’assistenza infermieristica e le attività di supporto uniformi sia in ambiente ospedaliero che in ambito dei servizi territoriali – domiciliari; nello specifico:

I sistemi informativi a sostegno dell’infermieristica;

La definizione dei ruoli professionali e le relative competenze nei PDTA ospedalieri e territoriali (Case manager, Team Leader…)

La pianificazione dell’assistenza infermieristica quale elemento cardine per la presa in carico e le cure multiprofessionali ed interdisciplinari;

Gli standard mix infermieri altri professionisti;

Revisione del ruolo e competenze dell’Infermiere Coordinatore sia in ambito ospedaliero che territoriale;

La definizione di criteri e standard per la misurazione delle performance e degli esiti dell’attività infermieristica.

3) Indirizzi alle Aziende Pubbliche e Private Accreditate per la strutturazione delle convenzioni con l’Università per la gestione delle attività formative (Lauree, master…)

Dal tavolo tecnico i Collegi si aspettano:

Indicatori per la programmazione degli accessi ai corsi di Laurea;

Le sedi per le attività didattiche e gli accreditamenti delle sedi di tirocinio;

La definizione dei ruoli e competenze del Responsabile Professionale del Corso, dei Formatori, del Profilo, dei Tutor Clinici;

La definizione delle Aree Professionali che necessitano di formazione post base (Master e perfezionamenti);

I criteri per le nomine dei docenti.

4) Istituzione sistema rilevazione e certificazione competenze professionali

5) Definizione del ruolo dell’Infermieristica nell’area socio sanitaria e della disabilità

Dal tavolo tecnico i Collegi si aspettano di evidenziare l’evoluzione della complessità e gravità delle persone assistite nell’area socio sanitaria.

Di definire ruolo e competenze nonché gli standard di infermieri nell’area; definire altresì il ruolo del coordinamento delle attività assistenziali.

Definire le reciproche responsabilità mediche ed infermieristiche delle strutture socio sanitarie.

6) Istituzione “scuola manageriale regionale”

Definizione del progetto finalizzato a formare i futuri dirigenti dell’assistenza infermieristica coerenti con il sistema sanitario e socio sanitario della Toscana.

05/05/2017

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

Accesso portale

logo innovare per migliorarsi

Logo salviamo SSN sito 200

Questione inf.ca in Toscana

Manifesto OPI Toscana SI e NO

castorina home

Pratiche Inappropriate

slow medicine

Tesi di Laurea

tesi

Network Bibliotecario Sanitario Toscano

FB IMG 1523555340835

Anagrafe e Formazione "Badanti"

badante

infermieri informa OPI

Senzainfermieripiedino1